UN EXTRATERRESTRE PER AMICO
di Alice V. (Cl. 4^)

Una volta, in un lontano paese di nome Barcelcity, in un giorno come tanti altri, accadde una cosa impressionante.
Cadde in mezzo alla piazza centrale una strana astronave che procurò molti danni alla città
All'interno dell'astronave c'era una famiglia di marziani che proveniva da un pianeta chiamato Marzapandopoli, perché tutti gli abitanti mangiavano solamente cibi di marzapane.
Durante la notte la famiglia ne approfittò per scappare e rifugiarsi in una vecchia capanna abbandonata, ma il figlio di nome Marzapanino durante la caduta si era addormentato profondamente e lento a svegliarsi scappando fu scoperto da una adorabile vecchietta di nome Isa.
Essa lo portò con sé nella sua casetta, pensando che fosse un ottimo compagno di giochi per Massimo, suo nipote.
Il mattino seguente Isa andò in paese a comprare pane e burro per la colazione, delle pizzette, prosciutto e qualche pagnotta per la merenda che avrebbero consumato Marzapanino e Massimo nel pomeriggio.
Pensò che fosse un ottimo compagno di giochi perché Massimo faticava molto a fare amicizia con i suoi compagni di scuola; essi erano molto sgarbati, maleducati e molto prepotenti e impedivano lo svolgimento dei compiti durante le lezioni scolastiche.
Quando Massimo tornò a casa e vide Marzapanino ne fu molto felice perché non aveva molti amici con cui giocare.
Col passare dei giorni Massimo e Marzapanino diventavano sempre più amici soprattutto perché Marzapanino era molto gentile ed educato.
Trascorsero insieme due settimane molto allegre e felici.
Mentre i genitori di Marzapanino ebbero di che occuparsi per riparare l'astronave, rubando qualche oggetto qua e là. Dopo le due settimane l'astronave era pronta e il lunedì mattina sarebbero dovuti ripartire verso il loro pianeta, senza essersi ancora accorti dell'assenza di Marzapanino.
Il viaggio di ritorno dorò due anni, che furono molto lunghi e noiosi per i due genitori di Marzapanino.
Invece al contrario dei suoi genitori Marzapanino si divertiva molto e aveva cominciato a frequentare la scuola di Massimo, e così Massimo ebbe il piacere di scoprire che il suo migliore amico aveva un potere straordinario: quello di trasformare le persone sgarbate e maleducate in persone educate e gentili, ma soprattutto Marzapanino fu felice di non far faticare a fare amicizia con i pochi compagni educati di Massimo.
Massimo subito ne approfittò per usare questo potere soprattutto verso i suoi 5 compagni più sgarbati della classe: Billo, Rudy, Camillo, Tom e Jerry.
Quando ebbero cambiato carattere, Marzapanino e Massimo fecero amicizia subito anche con loro. Nel frattempo i suoi genitori erano arrivati a Marzapandopoli.
Ma solo dopo qualche giorno si accorsero della sua assenza e, quando questo successe, ripartirono subito verso la terra per riprenderlo il più veloce possibile.
Quando arrivarono usarono il loro potere, ossia il cercapersone, così riuscirono a localizzare subito dove si trova il loro figlio.
Marzapanino non si era accorto del loro arrivo e quando li trovò a casa di Isa ad aspettarlo fu molto felice, e decisero subito di ripartire.
Marzapanino era felice di questo, ma non si poteva dire lo stesso di Massimo che era molto infelice e triste per la sua partenza.
Così i due si misero d'accordo che ogni anno Marzapanino sarebbe sceso sulla terra con la sua famiglia per andare a trovare Massimo e stare assieme a lui per le vacanze estive

 

 

Home page - Successiva - Indice favole