Alla ricerca di Gesù
di Giovanni T. (Classe 5^)

Mi presento, sono un topolino di nome Squit, ho due piccole orecchie, ho un soffice e corto peletto marroncino e il mio nasino è rosa. Devo compiere un lungo viaggio per andare da Gesù: sta nascendo!
Dovrò andare in treno o forse in taxi!
Mi devo preparare le valigie con dentro: cravatta, camicetta, pantaloni e non dimentichiamo le mutandine di ricambio!
Devo essere bello alla nascita di Gesù!
Forse manca qualcosa…Si! Manca il gel per i capelli!
Il mattino seguente mi svegliai di buon' ora, presi le valigie e partii verso Gesù. Presi il primo taxi che passava e andai alla stazione e da lì presi l'aereo: che fortuna atterrava a Betlemme!
Partii alle due del pomeriggio e atterrai alle otto di sera. Che viaggio! Dall'aereoporto di Betlemme presi con un po' di fortuna l'ultimo taxi, dicendo al tassista: - "Mi porterebbe, per piacere, nella grotta di Gesù?" - "Va bene" disse il tassista.
Arrivai alla grotta un po' in ritardo! Tutti erano pronti: i topini, l'asino e la mucca e tantissimi animaletti. Tutti mi fecero i complimenti per il bel vestitino da festa nero e la cravattina. Il momento della nascita di Gesù arrivò e tutti aspettavano con ansia. Quando nacque Maria e Giuseppe lo avvolsero in fasce, per tenerlo caldo. Era piccolino, senza capelli, ma simpatico. Giocava con i topini, ma aveva un po' di paura della mucca e dell'asino! Poi arrivarono tre persone con grandi cavalli: erano i Re Magi, diedero a Gesù oro, incenso e mirra. Arrivò anche un pastore con latte, pane e burro. Tutti fecero i complimenti a Maria e a Giuseppe perché il loro bimbo Gesù era proprio un bel bambino.
L'asinello faceva sempre "iho, iho, iho", sembrava che volesse vedere anche lui Gesù.
Tornai a casa a mezzanotte con l'ultimo aereo e qui mi addormentai facendo un bel sogno: sognai che Gesù veniva a casa mia con tutti i miei amici topini a far festa con la torta, il panettone e la coca-cola!
L'aereo atterrò, ma non sapevo come tornare a casa. Poi mi venne l'idea di prendere la metropolitana. Corsi per le scale e montai in questo treno sotterraneo. Arrivai a casa e mi stesi nel divano a riposare. Mi svegliai, disfai le valigie e andai a letto.
Che meravigliosa giornata!!!

 

 

Home page - Successiva - Indice favole