IL MONDO DI Z
di Francesco G. (Cl. 5^)

Una volta nel mondo di Z, governato dal re Minico, scoppiò una rivolta.
I cittadini erano stufi di ascoltare le trombe che servivano a svegliare il re, infatti il re si svegliava alle cinque del mattino per le sue questioni politiche.
Il popolo rubò tre carri armati per attaccare le guardie una volta o l'altra.
Una sera il popolo si riunì e decise che la mattina seguente ci sarebbe stato l'attacco.
Alla mattina i giovani salirono sui carrarmati e invece i vecchi si armarono con pistole e fucili e la rivoluzione incominciò.
Quando arrivarono al castello, non trovarono nessuno, si divisero ma non trovarono nessuno.
Il re era andato a Miranopoli dove c'era l'inventore più bravo del mondo, Minico fece inventare uno strano aggeggio che chiamò "la sveglia".
Intanto a Z la rivoluzione si era fermata, e da quando il re portò la sveglia, nessuno si sognò di toccare un'arma.

 

 

Home page - Successiva - Indice favole