La scomparsa delle ciambelle a Ciambellopoli
di Andrea O. (Classe 5^)

C'era una volta nella galassia Dolce un pianeta di nome Fettina, a forma di fetta di torta al cioccolato con un po' di panna sopra.
Dentro questo pianeta tutto si mangiava, gli uomini avevano in testa una ciliegia come cappello e non se lo toglievano mai; come vestito invece avevano una pasta gialla per fare i dolci e non avevano scarpe perché non c'erano sassi. I loro occhi erano grandi, avevano un naso piccolo ma che sentiva tutto, la loro bocca era piccola, ma se l'aprivano potevano divorare un'intera macchina, però di cioccolata!
Non avevano il gusto del salato perché mangiavano solo e soltanto cibi dolci.
In questo pianeta c'era un paesetto di nome Ciambellopoli. Là mangiavano solo ciambelle e da bere solo lo zucchero che c'è sopra le ciambelle.
La città era piccola e tutte le case erano a forma di ciambella con un simbolo per distinguerle, al centro della città sorgeva una fontana e una ciambella al centro che buttava fuori l'acqua, cioè lo zucchero che c'è sopra le ciambelle.
Da una settimana a Ciambellopoli erano finite le ciambelle, tutti avevano fame di ciambelle. Però non si rassegnarono e per vivere incominciarono a mangiare: case, pavimenti, mobili, auto, la fontana e per finire la casa del sindaco che era grandissima. Ma quando finì anche quella, non c'era più da mangiare.
Dopo un paio di giorni si scoprì che la causa di tutto questo era che la ciambella che fabbricava tutte le altre ciambelle era scomparsa, anzi non era scomparsa, ma era stata rubata!
L'ispettore segreto Ciambella X si mise subito ad indagare sul fatto con la sua lente d'ingrandimento e il suo vestito da investigatore.
Vide dei pezzi di ciambella per la strada: era la ciambella che fabbricava le altre; grazie al suo sofisticato computer capì chi era stato: era il grande ladro Lemmi, il terribile.
Anche lui mangiava solo cibi dolci, ma non era per niente ricco, per questo rubava tutto! La polizia della galassia Dolce lo cercava da secoli, volava su un razzo blu che si confondeva con il cielo. Era Natale e il ladro si era fermato sul pianeta Ciax, l'investigatore vide con il suo super radar dov'era e avvisò la polizia. Babbo Natale che passava di lì caricò tutte le cose rubate e le distribuì come regalo di Natale. Il ladro fu poi condannato a quaranta'anni di galera e a Ciambellopoli tutto tornò come prima.

 

 

Home page - Successiva - Indice favole