Romania: come e perché.

Domenica 4 novembre abbiamo consegnato ai Padri Verbiti di Varone di Riva del Garda 80 cartoni destinati alla missione di Padre Franco Maronese a Roman (Romania). Beni alimentari durevoli (pasta, olio, riso, zucchero, ecc.), cancelleria (quaderni, penne, album, colori, ecc.), medicinali e, solo per questa volta perché richiesti, abbigliamento pesante per i più piccoli rappresentavano il contenuto. Completavano il quadro tante biciclette, soprattutto per i bambini.
Un po' di storia per i nuovi arrivati: oltre dieci anni fa l'Associazione Genitori si prese l'incarico di "sponsorizzare" Padre Franco, un prete missionario di Santrovaso (la mamma abita ancora li) che gestisce insieme agli altri confratelli Verbiti una missione nel nord est della Romania, vicina al confine della Moldavia (guardare sulla cartina geografica...) Zona poverissima in un Paese che non brilla nelle classifiche mondiali, uscito dalla dittatura solo nel 1989, con un pesante problema di disoccupazione ed alcolismo. Padre Franco (cito lui per semplicità, ma la cosa riguarda tutta la sua comunità) si è preso la briga di costruire una comunità cattolica, creando un Centro di Formazione per insegnare un lavoro ai giovani, e sostenendo direttamente i più bisognosi (ecco dove vanno a finire i nostri doni).
Cosa fondamentale il sostegno ai bambini. E' il motivo per cui sin dall'inizio del nostro impegno abbiamo coinvolto i nostri figli, cercando di metterli in contatto con i loro coetanei, stabilendo un rapporto tra "amici di penna". E' quindi utile far capire ai nostri ragazzi quanto sia importante per loro stessi rinunciare ad un po' del benessere (giocattoli, "paghetta") per favorire un compagno ora più sfortunato.
Organizzeremo con molta probabilità un secondo invio per Pasqua, ripristinando una consuetudine che si è un po' affievolita in questi ultimi tempi. Colpa anche nostra, ma a cui cercheremo di rispondere nel migliore dei modi.

 

Circolazione delle auto e parcheggio all'interno del cortile della scuola.

La circolazione segue il senso delle frecce riportate in cartina. Il parcheggio, anche per pochi secondi, NON è consentito nelle zone dove è riportata una stellina. Si prega tutti i genitori di rispettare queste semplici norme che danno a tutti la possibilità di accedere al cortile della scuola senza creare disagi a nessuno. Ricordiamo che deve transitare e sostare lo scuolabus.

Home page - Giornalino