autocertificazione



Dichiarazioni sostitutive di certificazioni che non richiedono alcuna autenticazione (D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000).

  • data e il luogo di nascita
  • residenza
  • cittadinanza
  • godimento dei diritti politici e civili
  • stato civile
  • stato di famiglia
  • esistenza in vita
  • decesso del coniuge, dell'ascendente o del discendente
  • posizione agli effetti degli obblighi militari
  • iscrizione in albi o elenchi tenuti dalla pubblica amministrazione
  • titolo di studio ed esami sostenuti;
  • titolo di specializzazione o di abilitazione
  • situazione reddituale ed economica
  • stato di disoccupazione; qualità di pensionato e categoria di pensione; qualità di studente o di casalinga
  • qualifica di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili
  • iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo compresi ordini professionali
  • professione esercitata e qualfica professionale
  • titolarità di licenze e autorizzazioni amministrative
  • di non aver riportato condanne penali
  • tutti i dati a diretta conoscenza dell'interessato contenuti nei registri di stato civile
  • dati dell'anagrafe tributaria fra cui codice fiscale e partita Iva, assolvimento obblighi contributivi.

L'autocertificazione e le dichiarazioni sostitutive di notorietà sono utilizzabili solo nei rapporti con le amministrazioni pubbliche comprese le scuole, le regioni, le province, i comuni e le comunità montane, I.A.C.P., camere di commercio.
Inoltre nei rapporti con Poste, ENEL, Telecom, Aziende del Gas, ecc.

L'autocertificazione e le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà non possono essere utilizzate nei rapporti fra privati o con l'autorità giudiziaria nello svolgimento di funzioni giurisdizionali.

Pagine ospitate da