Bambini per un mondo migliore

 

Papa Giovanni Paolo II ha rivolto ai giovani questo auspicio:
“A voi giovani affido l’avvenire del nuovo millennio...”.
E’ un desiderio carico di fiducia e di ottimismo. La disponibilità ad essere costruttori di un mondo migliore, lo sappiamo, si trasmette alla persona sin dalla più tenera età. A questo proposito può essere utile alla nostra riflessione quanto scrive Dorothj L. Nolte:


    Se il bambino vive nella critica, impara a condannare.
    Se vive nell’ostilità, impara a litigare.
    Se vive nel ricordo, impara la timidezza.

    Se vive nell’ipocrisia, impara la doppiezza.
    Se vive nella meschinità, impara la vigliaccheria.
    Se vive nei capricci, impara l’intolleranza.
    Se vive nella superficialità, impara l’indifferenza.

    Se vive nella lealtà, impara la correttezza.
    Se vive nella condivisione, impara la generosità.
    Se vive nell’incoraggiamento, impara la fiducia.
    Se vive nella tolleranza, impara la pazienza.

    Se vive nella franchezza, impara la verità.
    Se vive nell’onestà, impara la giustizia.
    Se vive nell’amore, impara ad amare
    e a costruire per tutti un mondo migliore.

 

Per poter attuare la nostra missione di educatori è necessario considerare l’importanza e la qualità dell’ambiente che offriamo al bambino. Egli, infatti, ha bisogno di un clima idoneo per poter assimilare in maniera armonica i valori di fondo che gli vengono trasmessi, al fine di formare in sè una solida struttura psico affettiva. Così potrà poi a suo modo diventare costruttore di un mondo migliore.
 

Home page tkk.it





Torna a
Riflessioni utili


Altre pagine di Tkk

Additivi alimentari

Motori di ricerca
Tabelle rare
Link utili
Rifiuti
  Info
E-mail

contributi

Copyright ©

aprile 2007